Amilcare Cipriani il rivoluzionario.pdf

Amilcare Cipriani il rivoluzionario PDF

Marco Sassi

Émile Zola avrebbe voluto scrivere la storia della sua vita, ma non fece in tempo. William Butler Yeats lo incontrò in Irlanda e lo trovò un uomo bellissimo. Giuseppe Prezzolini rimase muto quando, a Parigi, volle intervistarlo. Indro Montanelli lo definì pittoresco e pasticcione e diversi autori, tra cui Oriana Fallaci, gli hanno fatto fare capolino nei loro romanzi. Amilcare Cipriani (Anzio 1843 - Parigi 1918) è stato un mito moderno. Il rivoluzionario per eccellenza, per la propria generazione e per quella successiva. Un garibaldino, un comunardo, un anarchico, un combattente, ma anche un socialista nel senso più vero della parola. Un uomo che ha messo da parte agi e tranquillità per difendere dalle angherie il popolo da cui proveniva, nel nome della democrazia e delleguaglianza sociale. Da Rimini a Parigi, passando per lEgitto, la Grecia, lInghilterra, la Nuova Caledonia, è sempre stato pronto a dir la sua ed imbracciare un fucile dove ci fossero imperi e monarchie da far saltare. Pagando un prezzo carissimo fatto di prigioni, esili e lavori forzati. Di una delle detenzioni più celebri, scontata sullisola dElba, ha lasciato un diario che qui si riproduce integralmente.

italiani, emerge la figura di Amilcare Cipriani, perchè fu un rivoluzionario anarchico dall'animo puro e una persona ancora oggi stimata da tutto il popolo italiano.

9.78 MB Dimensione del file
8898275803 ISBN
Gratis PREZZO
Amilcare Cipriani il rivoluzionario.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.icreativemaster.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Amilcare Cipriani (Anzio 1843 – Parigi 1918) è stato un mito moderno. Il rivoluzionario per eccellenza, per la propria generazione e per quella successiva. Un garibaldino, un comunardo, un anarchico, un combattente, ma anche un socialista nel senso più vero della parola.

avatar
Mattio Mazio

Cipriani ‹-i-à-›, Amilcare.. - Agitatore politico socialista (Anzio 1844 - Parigi 1918), combatté a San Martino (1859), nell'Aspromonte (1862), ad Atene a favore degli insorti repubblicani (1863), nel Trentino (1866), a Digione contro i Prussiani (1870), a Parigi in difesa della Comune (1870-71), a

avatar
Noels Schulzzi

Cipriani ‹-i-à-›, Amilcare.. - Agitatore politico socialista (Anzio 1844 - Parigi 1918), combatté a San Martino (1859), nell'Aspromonte (1862), ad Atene a favore degli insorti repubblicani (1863), nel Trentino (1866), a Digione contro i Prussiani (1870), a Parigi in difesa della Comune (1870-71), a Amilcare Cipriani (Anzio 1843 - Parigi 1918) è stato un mito moderno. Il rivoluzionario per eccellenza, per la propria generazione e per quella successiva. Un garibaldino, un comunardo, un anarchico, un combattente, ma anche un socialista nel senso più vero della parola.

avatar
Jason Statham

Benito Mussolini nasce il 29 luglio a Dovia, in Romagna, figlio di Alessandro Mussolini e di Rosa Maltoni. Il nome “Benito Amilcare Andrea” fu scelto dal padre il quale era un socialista desideroso di rendere onore alla memoria di Benito Juarez, egli era un leadear rivoluzionario, di Andrea Costa il quale era il leader del socialismo italiano e di Amilcare Cipriani il quale era un patriota A Parigi incontrò anche il garibaldino e anarchico Amilcare Cipriani (1843-1918) e strinse rapporti con il segretario della CGT, Léon Jouhaux (1879-1954), un ex sindacalista rivoluzionario, che poi lo affiancò a Milano nella campagna interventista.

avatar
Jessica Kolhmann

Amilcare Cipriani non è anarchico, lo si comprende bene dal suo opuscolo, come lo si sa dalla sua linea di condotta, dalla sua partecipazione alle lotte elettorali, ai congressi socialisti, ecc. ecc.; ma bisogna confessare che, fortunatamente, non è neppure da confondersi con quei socialisti