Il disco di Festos. Storia e significato di una straordinaria scoperta archeologica.pdf

Il disco di Festos. Storia e significato di una straordinaria scoperta archeologica PDF

P. Luigi Mariotti

Durante la campagna di scavi archeologici dellestate del 1908, nellisola di Creta, fu scoperto per caso, abbandonato in un piccolo vano interrato, un disco di argilla di circa sedici centimetri di diametro con entrambi i lati impressi con caratteri strani, originali anche se apparentemente comprensibili. Ampia la letteratura che si è interessata della descrizione dellevento e della decifrazione dei caratteri impressi ma, a oggi, quei caratteri non sono stati decodificati né come scrittura né come significato generale. Con questo saggio si intende dimostrare come il disco di Festos possa rivelarsi in realtà un contenitore suggestivo di dati numerici: per la prima volta viene esaminato laspetto numerale presente nel manufatto che, in modo stupefacente, rivela la presenza di un vero e proprio calendario

Giorgio Sassanelli ci guida in un viaggio che parte dalla storia del concetto di passione nella filosofia moderna per soffermarsi poi sui grandi miti della passione amorosa e sul mito di Edipo. Il disco di Festos. Storia e significato di una straordinaria scoperta archeologica.pdf COS’E’ Ritrovato a Creta - Il Disco di Festo è un reperto archeologico ritrovato nell’omonima città di Festo, sull’isola di Creta, sotto un muro di un palazzo minoico. Fu scoperto nel 1908 da una spedizione archeologica italiana guidata da L. Pernier e F. Halbherr. È un disco di terracotta, delle dimensioni di 16 centimetri di diametro e 18 millimetri di spessore, cosparso di

2.65 MB Dimensione del file
8851712344 ISBN
Il disco di Festos. Storia e significato di una straordinaria scoperta archeologica.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.icreativemaster.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Sarà anche grazie a questa straordinaria scoperta che nel 1958 verrà istituita la Soprintendenza Archeologica per le province di Sassari e Nuoro, retta a Guglielmo Maetzke e di cui Contu, unico ispettore archeologo, sarà il vero motore. Civiltà minoica è il nome dato alla cultura cretese dell'età del bronzo sorta approssimativamente dal 2700 a.C. al 1400 a.C. (successivamente, la cultura micenea greca divenne dominante nei siti minoici dell'isola di Creta): questa civiltà, chiamata minoica in riferimento al mitologico re cretese Minosse, fu riscoperta tra il 1901 e il 1905, principalmente attraverso il lavoro dell

avatar
Mattio Mazio

GLITTICA (v. vol. III, p. 956; vol. VII, p. 88, s.v. scarabeo e p. 285, s.v. sigillo). - Le gemme. - Lo studio delle gemme antiche, oltre agli aspetti più squisitamente artistici legati alla g. come espressione di una raffinatissima cultura figurativa, offre lo spunto per una serie di indagini relative ai materiali impiegati, alla loro diffusione, ai problemi di estrazione e commercio e

avatar
Noels Schulzzi

Giorgio Sassanelli ci guida in un viaggio che parte dalla storia del concetto di passione nella filosofia moderna per soffermarsi poi sui grandi miti della passione amorosa e sul mito di Edipo. Il disco di Festos. Storia e significato di una straordinaria scoperta archeologica.pdf COS’E’ Ritrovato a Creta - Il Disco di Festo è un reperto archeologico ritrovato nell’omonima città di Festo, sull’isola di Creta, sotto un muro di un palazzo minoico. Fu scoperto nel 1908 da una spedizione archeologica italiana guidata da L. Pernier e F. Halbherr. È un disco di terracotta, delle dimensioni di 16 centimetri di diametro e 18 millimetri di spessore, cosparso di

avatar
Jason Statham

Lo sostengono gli autori della scoperta, nel resoconto pubblicato sulla rivista Science. il 27/08/1978 vi fu una straordinaria e orribile pioggia di sangue e brandelli di carne, agricolo dedicato alla semina.E' inciso in simboli che qualcuno ha visto 'simili' a quelli dell'iscrizione del DISCO DI FESTOS (trovato a …

avatar
Jessica Kolhmann

Giorgio Sassanelli ci guida in un viaggio che parte dalla storia del concetto di passione nella filosofia moderna per soffermarsi poi sui grandi miti della passione amorosa e sul mito di Edipo. Il disco di Festos. Storia e significato di una straordinaria scoperta archeologica.pdf COS’E’ Ritrovato a Creta - Il Disco di Festo è un reperto archeologico ritrovato nell’omonima città di Festo, sull’isola di Creta, sotto un muro di un palazzo minoico. Fu scoperto nel 1908 da una spedizione archeologica italiana guidata da L. Pernier e F. Halbherr. È un disco di terracotta, delle dimensioni di 16 centimetri di diametro e 18 millimetri di spessore, cosparso di