Il mio ginecologo è nato il 17 marzo. Da quindici a zero. Diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita.pdf

Il mio ginecologo è nato il 17 marzo. Da quindici a zero. Diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita PDF

Cristina Zuppa

Il libro è una sorta di diario di eventi e situazioni vissute dallautrice dalla scoperta dellinfertilità allepilogo, la separazione dal marito. Eventi e situazioni che hanno fatto emergere una parte di sé che lei stessa non conosceva. Tra le intemperie della fecondazione assistita è cresciuta e ha scoperto se stessa: i suoi limiti ma anche la sua forza. Il messaggio dellautrice è il diritto delle donne sterili di provare a curarsi. Che non è diritto di realizzare ogni desiderio, ma diritto di provare a perseguirlo. Che è anche il diritto di rinunciarvi. Un diritto, questultimo, che ha il sapore acre della sconfitta, talvolta, ma che sconfitta non è: chi sceglie, chi difende questa libertà, di fare o di non fare, non è sconfitto, mai.

Il mio ginecologo è nato il 17 marzo. Da quindici a zero - diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita . Autori, curatori: Cristina Zuppa E che la sua cura, la fecondazione assistita, non è vista come un modo di superare l’ostacolo, Tratto dal libro: “Il mio ginecologo è nato il 17 marzo. Da quindici a zero. Diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita”, casa editrice Mammeonline – Matilda Editrice

1.94 MB Dimensione del file
8889684143 ISBN
Gratis PREZZO
Il mio ginecologo è nato il 17 marzo. Da quindici a zero. Diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.icreativemaster.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il mio ginecologo è nato il 17 marzo. Da quindici a zero. Diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita. di Cristina Zuppa - Mammeonline. € 7.60 € 8.00. Il libro è una sorta di diario di eventi e situazioni vissute dall'autrice dalla scoperta dell'infertilità all'epilogo, la separazione dal marito. Il mio ginecologo è nato il 17 marzo Sottotitolo: Da quindici a zero – diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita Data di pubblicazione: Apr 2008 Autore/i: Cristina Zuppa prezzo: Euro 8,00 pagine: 80 ISBN: 978-88-89684-14-6. Acquista su IBS

avatar
Mattio Mazio

Le migliori offerte per Assistite in Medicina e Salute sul primo comparatore italiano. Tutte le informazioni che cerchi in un unico sito di fiducia. Chi cerca, Trovaprezzi! Le migliori offerte per Libro Diario in Medicina e Salute sul primo comparatore italiano. Tutte le informazioni che cerchi in un unico sito di fiducia. Chi cerca, Trovaprezzi!

avatar
Noels Schulzzi

Il Il mio ginecologo è nato il 17 marzo. Da quindici a zero. Diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita. Il libro è una sorta di diario di eventi e situazioni vissute dall'autrice

avatar
Jason Statham

La Procura di Milano ha chiesto la condanna a 9 anni di carcere per Severino Antinori, il ginecologo tra gli imputati per il prelievo forzato di otto ovuli a un’infermiera spagnola avvenuto nell Da quindici a zero - diario di bordo nelle intemperie della fecondazione assistita. Autori, curatori: Cristina Zuppa. Numero di pagine: 80. Data di pubblicazione:.

avatar
Jessica Kolhmann

È il 2010 e la donna inizia l'iter per sottoporsi alla procedura dell'inseminazione artificiale, poi nel marzo del 2011 l'incubo: durante l'intervento nella struttura privata dove operava il ginecologo va in setticemia e dopo dieci giorni le vengono asportate le tube e l'ovaio sinistro nell'ospedale Belcolle di Viterbo, dove arriva lamentando forti dolori e febbre alta.